Edizioni

Formazione e informazione:
IP Security Forum
diventa un roadshow
a misura di installatore

Abstract delle relazioni





Normative di riferimento antincendio nella progettazione di impianti di rilevazione fumi.

Responsabilità del progettista e dell’installatore secondo le ultime evoluzioni normative

Fabio Pollara, Membro UNI Commitato tecnico 34 (Prevenzione incendi)

Andrea Francesco Moneta, Membro UNI Commitato tecnico 34 (Prevenzione incendi)

Verranno trattate le normative di riferimento nella progettazione di impianti di rilevazione incendio: Uni 9795:2103 (sistemi di rilevazione) citando su un paio di esempi pratici di errori comuni di progettazione; UNI ISO7240-19 (sistemi EVAC), normative di rilascio e presa in carico degli Impianti UNI 11224

Si affronterà l’importanza della certificazione EN54 a fronte degli ultimi sviluppi normativi,le  norme di riferimento delle linee di interconnessione CEI 20-105V1, EN50200, CEI UNEL 36762, ed altre. Si farà anche una panoramica sulle responsabilità del progettista e dell’installatore.


Soluzioni ad hoc per videosorvegliare grandi aree urbane

Francesco Paradiso, Business Development Manager Samsung Techwin

La Sacra Sindone, un caso concreto di soluzione tecnologica per proteggere i beni culturali in modo intelligente utilizzando la videoanalisi integrata.


I sistemi di lettura targhe dei veicoli ed il loro valore aggiunto dedicato al video controllo del territorio e della viabilità

Sauro Straccali, Vertical Markets Technical Manager HikVision Italia

Nell’ambito del controllo della viabilità e del territorio, l’applicazione della lettura delle targhe rappresenta un’evoluzione resasi disponibile in modo intensivo nell’industria della videosorveglianza grazie a soluzioni altamente ingegnerizzate. Un traguardo importante raggiunto grazie allo sviluppo di nuove telecamere che supportano le più recenti tecnologie di ripresa e caratterizzate da un’elevata capacità computazionale per la gestione di algoritmi di analisi sempre più complessi.


Apertura, integrazione e scalabilità: dalla videosorveglianza al controllo accessi su IP

Roberto Briscese, Distribution Account Manager Axis Communications

Le soluzioni fornite da Axis Communications, basate su una piattaforma aperta, assicurano facilità di integrazione e scalabilità.

L’ampia offerta di telecamere di rete, codificatori video, software di gestione video e accessori, viene ora incrementata dai prodotti dedicati al controllo degli accessi fisici su IP, per rispondere ancora una volta alle nuove esigenze di mercato e creare opportunità di integrazione uniche per partner e utenti finali.


Videotrend e Dahua, la soluzione IP FullHD al servizio del Comune di Arezzo

Marco Artoli,  Responsabile Tecnico Commerciale Videotrend

Una installazione con 65 videocamere IP nel quartiere industriale Pratacci di Arezzo.

Speed-dome per controllo dei parcheggi, videocamere in fullHD e lettura targhe per il controllo dei varchi; dorsali di collegamento in fibra ottica, un sistema affidabile, stabile e sicuro per un controllo intelligente del territorio.


Videosorveglianza: quali obblighi e responsabilità civili e penali per gli operatori del settore?

Roberta Rapicavoli, avvocato

Quali gli obblighi e le responsabilità per chi opera nel settore della videosorveglianza?

Tale quesito è centrale per tutti gli attori coinvolti nella materia (progettisti, installatori, venditori, committenti…), ma spesso si incontrano difficoltà a trovare risposte dirette e concrete che consentano di individuare chiaramente gli adempimenti di legge in materia di videosorveglianza e le conseguenze derivanti dalla loro violazione.

Proprio con l’obiettivo di far chiarezza, si esamineranno le normative di settore di maggiore interesse (quali il DM 37/2008 in materia di attività di installazione di impianti elettrici all’interno degli edifici, il Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro, il D. Lgs. 196/2003 in materia di trattamento dei dati personali, lo Statuto dei Lavoratori), evidenziando gli obblighi sussistenti in capo ai vari soggetti coinvolti ed individuando i profili di responsabilità derivanti dalla loro inosservanza, con un taglio pratico e con esempi concreti tesi a meglio chiarire alcuni dei profili di maggiore rilievo per gli operatori del settore.

 

Formazione - Progettazione di Sistemi di Videosorveglianza IP. Approccio sistematico alla progettazione dei moderni Sistemi di Videosorveglianza IP
Renè Gazzoli,  Amministratore della Gazzoli Engineering

Nell'incontro viene presentato un approccio sistematico alla progettazione dei Sistemi di Videosorveglianza IP in cui si valutano preliminarmente l’opportunità e l’eventuale modalità di riutilizzo di apparati analogici esistenti e si approfondiscono successivamente le tematiche delle principali componenti che fanno parte di ogni Sistemi di Videosorveglianza IP:

  • Il Sistema di Ripresa (Telecamere Fisse, Dome, Brandeggiabili, con Ottiche 360°, Termiche)
  • Il Sistema di Trasporto (Cavi, Fibra Ottica, Ponti Radio, Diffusione Radio)
  • Il Sistema di Distribuzione (Standard OSI e TCP/IP, Switch, Router, Firewall, VLAN)
  • Il sistema di Gestione e di Visualizzazione (NVR, NVR, VMS)
  • Il Sistema di Storage (Standard di Compressione, HD, NAS, Sistemi RAID)

 

Videosorveglianza e privacy: Come evitare multe per violazioni privacy sulla videosorveglianza con il nuovo Regolamento Europeo (anteprima)

Nicola Bernardi, Presidente Federprivacy


Molti addetti ai lavori e anche tante imprese che sono direttamente interessate dalla normativa sulla privacy, da qualche tempo si stanno preoccupando di cosa bisognerà fare per evitare di prendere multe con la prossima entrata in vigore del nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati. Piuttosto che attivarsi per mettersi in regola concretamente, fa parte ormai del nostro costume preoccuparsi principalmente di mettersi al riparo dalle sanzioni quando esce una nuova legge. Ma cosa fare per non prendere multe quando entrerà in vigore il regolamento europeo? 


Il sistema di videosorveglianza. Documenti da produrre secondo la norma CEI EN 50132-7: 2014,
tutto quello che c'è da sapere

Leonardo Lomma, AIPS (Associazione Installatori Professionali Sicurezza)


L’installatore professionale deve sapere come regolare tutti quei documenti che sono obbligatori per legge (come la Dichiarazione di Conformità, ad esempio) o in ogni caso molto utili per una corretta gestione aziendale. Lo spunto dell’intervento è offerto dalla norma tecnica CEI EN 50132-7, pubblicata in italiano a novembre 2014 e intitolata “Sistemi di allarme – Sistemi di videosorveglianza per applicazioni di sicurezza. Parte 7 : Linee guida di applicazione”. Questa norma fornisce requisiti e raccomandazioni per la scelta, progettazione, installazione, messa in servizio e manutenzione di sistemi di videosorveglianza per applicazioni di sicurezza, dando anche indicazioni in merito ai documenti da produrre a cura dell'installatore.Una corretta e puntuale conoscenza e gestione dei documenti costituisce uno strumento di auto-tutela (nel caso di eventuali controversie) e più in generale di tutela dell'immagine del vero Installatore Professionale di sicurezza, che anche in questo modo si distingue dall'improvvisatore.

 

Applicazioni reali di videosorveglianza multifunzionale: certezze per gli installatori

Luca Cereda, Business Development Engineer D-Link Mediterraneo


Soluzioni pratiche per progetti scalabili: scopriamo nella pratica come i prodotti di videosorveglianza D-Link sono stati in grado di soddisfare le esigenze di Clienti che spaziano dalla Pubblica Amministrazione alle Grandi Infrastrutture, dall'Hospitality al settore Oil & Gas

 
L'installatore di sicurezza secondo la CEI 79:3-2012 e modulistica no problem
Paolo Gambuzzi di AIPS (Associazione Installatori Professionali Sicurezza)

Chi è il vero installatore di sistemi di sicurezza ? L' allegato K della norma CEI 79-3 identifica e dettaglia i requisiti formativi, tecnici, organizzativi e gestionali dell'esperto in impianti di allarme intrusione e rapina, dell'esperto nell’installazione, manutenzione e riparazione di impianti di allarme intrusione e rapina e dell'organizzazione  - gruppo, società, ente - per la fornitura di servizi relativi ad impianti di allarme intrusione e rapina. Il tutto con le relative modalità di valutazione.
Nel seminario, verrà illustrato l'allegato K e presentata la "modulistica no problem" : un elenco dei documenti must per il vero installatore, che l'Associazione Installatori Professionali di Sicurezza ha predisposto : dalla Dichiarazione di Conformità al Foglio di Sopralluogo .... dal Verbale di Collaudo alla Richiesta di autorizzazione preventiva per TVCC in luogo di lavoro.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 






IP Security Magazine
Informazione qualificata per traghettare il comparto sicurezza verso le opportunità della tecnologia IP per le realtà che si occupano di networking e IT. leggi la rivista digitale
Media Partner

Ethos Media Group srl
Sede operativa: Via Caduti di Amola, 31 - 40132 Bologna (Italy)
Tel. +39 051 0475136 - Fax +39 039 3305841
P.IVA 06763740963 - ethosethosmedia.it - privacy & legal

PATROCINI